Troppi Debiti

Non paghiamo i Vostri Debiti ma Troviamo le Soluzioni

Cartelle esattoriali “rottamazione” fino a 2.000 euro

without comments

Cartelle esattorialiCartelle esattoriali “rottamazione” fino a 2.000 euro

La data fatidica è il 1 luglio 2013. E’ il giorno in cui avverrà la cancellazione di tutti i debiti con l’Agente per la Riscossione per cartelle esattoriali fino alla cifra di 2.000 euro. La legge di stabilità 2013 (la vecchia legge finanziaria di fine anno, dal 2010 chiamata di “stabilità“) prevede l’annullamento d’ufficio delle cartelle esattoriali fino a 2000 euro. Questo annullamento scatterà d’ufficio alla data del 1 luglio 2013. Ci dovranno essere 2 requisiti:

1. somme iscritte a ruolo entro il 31 dicembre 1999 (tutto quanto iscritto dopo anche di importo inferiore dovrà essere pagato).

2. somme non superiori a 2000 euro (la soglia è calcolata su 3 voci capitale,interessi,sanzioni)

La norma non specifica il tipo di tributo da cancellare. Quindi l’annullamento comprenderà qualsiasi somma iscritta a ruolo. Dai tributi ai contributi previdenziali,multe…etc..

E’ opportuno da parte di tutti i contribuenti,per capire se la cartella sarà “automaticamente” cancellata controllare se l’iscrizione a ruolo è stata resa esecutiva fino alla data del 31.12.1999.

Written by Gian

giugno 1st, 2013 at 6:07 pm

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Web Design MymensinghPremium WordPress ThemesWeb Development

Assaeroporti: nel 2013 passeggeri in calo dell’1,9%

MalpensaAssaeroporti: nel 2013 passeggeri in calo dell'1,9%

Nel 2013, nei 38 scali aeroportuali italiani monitorati da Assaeroporti, sono transitati oltre 144 milioni di passeggeri segnando una contrazione pari all'1,9% rispetto al 2012, corrispondente a circa 2,74 milioni di passeggeri in meno. Analogamente si riscontra una riduzione del 6% del traffico complessivo dei movimenti degli aeromobili. Questi i dati consuntivi del traffico aeroportuale del 2013 forniti da Assaeroporti. In particolare, l'aeroporto di Roma Fiumicino si conferma al primo posto per traffico passeggeri, seguito da Milano Malpensa, Milano Linate, Bergamo e Venezia. In tale contesto, il sistema aeroportuale romano rappresenta il 28% del traffico passeggeri in Italia. Assaeroporti sottolinea tuttavia che tre sono gli aspetti che consentono di nutrire una moderata fiducia nel futuro in termini di traffico aereo. Il primo è costituito dal fatto che il forte decremento del traffico domestico è stato compensato da una sostanziale tenuta del traffico europeo e da una certa vivacità del traffico extra-europeo. Il secondo elemento di conforto è costituito dal fatto che l'anno si è chiuso all'insegna di un progressivo recupero del flusso passeggeri nell'ultimo trimestre 2013, con una crescita media mensile dell'1,2% rispetto all'ultimo trimestre 2012. Il terzo riscontro positivo è costituito dalla crescita del settore cargo, che registra un incremento dell'1,5% rispetto al 2012, con un totale di tonnellate movimentate nell'anno pari a 907.485. In un contesto di ripresa del commercio internazionale, l'aeroporto di Milano Malpensa conferma di movimentare gran parte del traffico merci in Italia (47,4%).
Aiutaci a sostenere il sito con un offerta libera. Consentici di Tenerti Informato sempre.

L’Ue: allarme corruzione. In Italia costa 60 miliardi

corruzioneL'Ue: allarme corruzione. In Italia costa 60 miliardi

Nonostante la "legge anticorruzione" adottata nel novembre 2012 e "gli sforzi notevoli profusi dall'Italia" per combattere il fenomeno, questo "rimane preoccupante" secondo la Commissione Ue, che oggi ha pubblicato il suo primo rapporto sulla corruzione in Europa. In Italia, secondo quanto ha detto il commissario per gli affari interni, Cecilia Malmstrom,  la corruzione ha un costo di  circa 60 miliardi all'anno, pari al 4% del pil e soprattutto al 50% del costo della corruzione nell’intera Unione europea, 120 miliardi di euro (ma il dato è poco attendibile e approssimato con molto difetto, perché l’Olaf, l’organismo antifrode, dispone soltanto dei dati forniti dai paesi membri e molti Stati non hanno a disposizione stime affidabili)
 
Aiutaci a sostenere il sito con un offerta libera. Consentici di Tenerti Informato sempre.

Legge elettorale, Camera boccia pregiudiziali di costituzionalità

camera deputatiLegge elettorale, Camera boccia pregiudiziali di costituzionalità

L'appuntamento è questa mattina con il voto dei deputati sulle pregiudiziali di costituzionalità della legge elettorale. L'Aula della Camera ha respinto, con voto segreto, le pregiudiziali di costituzionalita' della riforma della legge elettorale presentate da Sel, M5S e Fratelli d'Italia. Dalla prossima settimane inizieranno le votazioni sugli oltre 400 emedamenti che sono stati depositati.

Aiutaci a sostenere il sito con un offerta libera. Consentici di Tenerti Informato sempre.

Borse europee, avvio contrastato. Milano guadagna lo 0,2%

Borse europee, avvio contrastato. Milano guadagna lo 0,2%Borse europee, avvio contrastato. Milano guadagna lo 0,2%

Esordio col segno più a piazza affari nell’ultima seduta della settimana. L’indice Ftse Mib apre in rialzo dello 0,2% a 19.451 punti, l’All-Share apre a 20.667 punti (+0,18%). Dopo i primi scambi, contrastate le borse europee. A Francoforte il Dax cede lo 0,36%. In calo anche Londra (Ftse 100 a -0,14%). A Parigi il Cac 40 segna un modesto +0,02%. A Madrid l’Ibex-35 guadagna lo 0,24%. Spread Btp/Bund a 221 punti base, rendimento al 3,83%.

Aiutaci a sostenere il sito con un offerta libera. Consentici di Tenerti Informato sempre.

Industria, nel 2013 prezzi alla produzione giù dell’1,1%

industriaIndustria, nel 2013 prezzi alla produzione giù dell'1,1%

Nel 2013 i prezzi alla produzione dei prodotti industriali sono calati dell'1,1% (nel 2012 si era registrato un aumento 3,6%). Lo ha comunicato l'Istat. Nel mese di dicembre 2013 l'indice dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali diminuisce dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell'1,8% nei confronti di dicembre 2012. I prezzi dei prodotti venduti sul mercato interno registrano flessioni dello 0,1% rispetto a novembre e del 2,1% su base tendenziale. Al netto del comparto energetico si misura un aumento dello 0,2% sul mese precedente e un calo dello 0,1% in termini tendenziali. I prezzi dei beni venduti sul mercato estero presentano diminuzioni dello 0,1% sul mese precedente (-0,2% per l'area euro e -0,1% per l'area non euro). In termini tendenziali si registra una diminuzione dello 0,5% (-0,8% per l'area euro e -0,3% per quella non euro).

Aiutaci a sostenere il sito con un offerta libera. Consentici di Tenerti Informato sempre.

Disoccupazione sempre al top ma in lieve calo (-0,1%) a dicembre

disoccupazioneDisoccupazione sempre al top ma in lieve calo (-0,1%) a dicembre

E’ sempre sui massimi livelli, ma a dicembre la disoccupazione risulta in lieve calo. Il tasso di disoccupazione, secondo le stime provvisorie dell'Istat, è pari al 12,7%, in calo di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali ma in aumento di 1,2 punti nei dodici mesi. Stesso calo per il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, che a dicembre è sceso al 41,6%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali su novembre, ma ancora in crescita su base annua (+4,2 punti). I disoccupati tra i 15-24enni sono 671 mila. L'incidenza dei disoccupati di 15-24 anni sulla popolazione in questa fascia di età è pari all'11,2%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 0,8 punti su base annua.

Aiutaci a sostenere il sito con un offerta libera. Consentici di Tenerti Informato sempre.

Cuperlo (Pd): correggeremo l’Italicum

Cuperlo GianniCuperlo (Pd): correggeremo l'Italicum

"L'Italicum e' una legge elettorale che serve al Paese ed e' una legge elettorale che e' frutto di una accordo, che ha definito un impianto di fondo, ma secondo me ci sono correzioni e miglioramenti che vanno apportati nel corso del dibattito parlamentare, sia alla Camera che successivamente anche al Senato, a partire dalla questione di meccanismo di lista bloccata che, nonostante introduca correzioni rispetto alle vecchie liste bloccate del porcellum, non restituisce ai cittadini il diritto di scegliere il proprio rappresentante". Gianni Cuperlo ha insistito sulla necessita' di correggere la proposta di riforma della legge elettorale. "Le liste bloccate sono un limite di questo testo sulla legge elettorale che dovremo discutere e correggere", ha detto ad Agora' su Rai3.  "Io non pianto la bandiera o il paletto delle preferenze su cui so che ci sono opinioni diverse, ma si puo' ragionare su un sistema con collegi uninominali, o su uno al 50% di collegi e al 50% di liste proporzionali con la preferenza, e si puo' immaginare anche una soluzione con primarie obbligatorie per le forze politiche", ha elencato. "Insomma, in qualche modo, noi dobbiamo restituire agli elettori il diritto a contribuire alla scelta dei propri rappresentanti e la sentenza della Consulta sul Porcellum questo principio lo afferma in modo abbastanza netto", ha insistito.

Aiutaci a sostenere il sito con un offerta libera. Consentici di Tenerti Informato sempre.

Napolitano non è sereno per la situazione in parlamento

napolitanoNapolitano non è sereno per la situazione in parlamento

"Sono sereno per la mia situazione ma preoccupato per quella in Parlamento". Lo ha affermato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dopo aver partecipato a Palazzo Spada alla inaugurazione del nuovo anno giudiziario della giustizia amministrativa

Aiutaci a sostenere il sito con un offerta libera. Consentici di Tenerti Informato sempre.

Banco Popolare cede la divisione croata

banco popolareBanco Popolare cede la divisione croata

B. Popolare ha ceduto a Otp Bank la propria divisione croata. E' quanto emerge da una nota della banca ungherese, dove si spiega che Otp Banka Hrvatska ha siglato oggi un accordo per acquisire il 98,37% della filiale croata di B. Popolare per un controvalore di 107 milioni di kune croate, circa 14 milioni di euro. Banco Popolare Croatia (Bpc), con una quota di mercato dello 0,6%, è il 14esimo istituto di credito del paese in termini di asset.

Aiutaci a sostenere il sito con un offerta libera. Consentici di Tenerti Informato sempre.

Risanamento, nuovo masterplan per Milano Santa Giulia

santa giuliaRisanamento, nuovo masterplan per Milano Santa Giulia

Milano Santa Giulia spa ed Esselunga hanno depositato presso il settore pianificazione tematica e valorizzazione aree del comune di Milano un nuovo masterplan legato al quartiere in fase di sviluppo nella periferia sudest di Milano. Il nuovo progetto, che è stato rivisto dallo studio di architettura di Norman Foster, non prevede alcun aumento dell'edificazione residua. Quest'ultima sarà pari a circa 450 mila mq. E' tuttavia prevista la modifica di alcune destinazioni d'uso, giudicate non piu' attuali nel contesto odierno: in particolare, il centro congressi inizialmente previsto (che è stato nel frattempo realizzato nell'ex Fiera Campionaria, ndr) è stato sostituito dal Museo tecnologico e dell'innovazione per bambini, che occuperà una superficie superiore a 10 mila mq, mentre il parco urbano di 330 mila mq di verde rimarrà. Il mix funzionale previsto dalla nuova proposta progettuale prevede la concentrazione delle funzioni terziarie, commerciali e d'attrazione (come l'arena che ospiterà spettacoli e manifestazioni sportive) nella parte a Nord dell'attuale quartiere di Rogoredo, a diretto contatto con il sistema di raccordo alla rete autostradale. Per quanto riguarda la parte residenziale, gran parte dei piani terra degli edifici, in particolar modo quelli posizionati direttamente fronte strada, ospiteranno le funzioni al servizio del contesto urbano (piccolo commercio, esercizi di vicinato, servizi alla persona, attività per i giovani, start up, attività produttive non nocive ecc.). Il masterplan rimane comunque vincolato all'esito del procedimento di bonifica dell'area nord, tuttora sotto sequestro. Si prevede che il progetto ottenga l'approvazione entro fine 2014.

Aiutaci a sostenere il sito con un offerta libera. Consentici di Tenerti Informato sempre.

Disoccupati e deflazione penalizzano le borse. Ma Ftse Mib +0,03%

borsaDisoccupati e deflazione penalizzano le borse

La settimana borsistica si è chiusa così come si era aperta: con rinnovate paure dopo l'accelerazione del tapering in Usa e il conseguente trasferimento di investimenti verso i paesi più solidi e abbandono degli emergenti, con le loro valute in caduta. A queste paure, si sono aggiunte quelle emerse dopo la pubblicazione dei dati europei sulla disoccupazione, sempre stabile al 12%, e sull'inflazione, che rischia di tramutarsi in deflazione. Tutti i listini hanno chiuso con pesanti perdite, a eccezione del Ftse Mib, che, nell'ultima mezz'ora ha, con estrema velocità, recuperato le posizioni negative e ha chiuso poco sopra la parità (+0,03% a 19.418 punti). In lieve calo lo spread Btp-Bund, che ha chiuso a 220 punti base, con un rendimento del 3,77%.

Aiutaci a sostenere il sito con un offerta libera. Consentici di Tenerti Informato sempre.